Perchè non ho la pancia piatta? Inizi la dieta, sei motivata, dici a te stessa che questa volta ce la fai ma dopo un paio di settimane naufraga tutto.  Oppure resisti agli attacchi di fame per un mese ma poi ritorni a mangiare e riprendi tutti i chili che avevi perso all’inizio e la pancia piatta non arriva mai.

Come già detto in precedenza nella mia rubrica avere una pancia piatta è possibilissimo. Ma vediamo oggi 3 errori che ti impediscono di dimagrire e di non avere una pancia piatta come vorresti

Cerchiamo di capire gli errori più comuni da evitare per poter arrivare poi al tuo obiettivo.

Eliminare tutti i carboidrati

Il primo errore che compiono quasi tutti è togliere i carboidrati dalla dieta.
A meno che non ci sia una reale necessità nel togliere i carboidrati (problemi medici, allergie), non c’è nessun motivo valido per eliminarli. Perché si può dimagrire anche con i carboidrati.
I biologi nutrizionisti che sono nel mio tema, creano dei piani alimentari efficaci che fanno perdere peso anche inserendo i carboidrati.
Perché non c’è nessun macronutriente (e quindi nemmeno i carboidrati) che fa ingrassare a prescindere, ma solo il suo abuso.
Spesso i nostri piatti sono più ricchi di carboidrati rispetto alle proteine ed i grassi, ecco l’errore, ovvero mangiare dei piatti non bilanciati dove l’eccesso di carboidrati non viene smaltito correttamente.
Togliere i carboidrati è controproducente anche perché i carboidrati sono il carburante del nostro corpo (il nostro cervello va a glucosio).
Quindi oltre ad aiutarti nelle nostre funzioni vitali i carboidrati aiutano nell’allenamento.
Come? Mangi i carboidrati e loro ti danno la benzina necessaria per il tuo allenamento e così bruci più calorie. Ecco perché spesso durante la dieta ti senti debole e con poche forze.
Perché eliminando i carboidrati avrai meno energia per l’allenamento.

Quindi ricordati che per avere una pancia piatta non bisogna fare diete restrittive o eliminare i carboidrati come tanti altri ti dicono

pancia piatta

Dieta  troppo restrittiva

Con dieta troppo restrittiva, intendo meno di 1000 calorie. Ora, a meno che non si tratti di casi medici con una forte obesità, scendere sotto questa soglia è veramente deleterio e non ti permetterà di avere una pancia piatta in poco tempo. Ti spiego inoltre due motivi per cui non devi MAI fare una dieta restrittiva.

  • Il primo è che a lungo andare il metabolismo si blocca.  Il corpo tende a raggiungere l’equilibrio anche con quelle poche calorie (altrimenti dimagriresti all’infinito), si ferma e non dimagrisci più.
  • Il secondo è che una dieta restrittiva è destinata a fallire.   Una privazione di calorie così forte e repentina fa male al tuo corpo e soprattutto alla tua mente. A livello nervoso non è sostenibile: riesci a farlo per una settimana, due. Alla terza settimana  praticamente azzanni qualsiasi cosa trovi nei dintorni e quindi andrai a vanificare quello che hai fatto prima.
    Quindi è veramente inutile una dieta troppo restrittiva.

Una dieta giusta è quella che sia ovviamente una ipocalorica (quindi sicuramente meno delle calorie che dovresti ingerire per essere normopeso), ma il taglio non dev’essere troppo aggressivo. Se mediamente dovresti assumere 1200 calorie, puoi scendere a mille.
Quindi parliamo di un taglio di circa 200, 150 calorie.
Il taglio non deve essere troppo aggressivo, soprattutto perché noi donne non tolleriamo tagli troppo aggressivi in quanto il nostro corpo è regolato dagli ormoni sessuali, i quali sono estremamente sensibili ai cambiamenti di questo tipo.

Mangiare sempre le stesse cose

Sei a dieta, quindi mangi petto di pollo, insalata e riso e tonno. Fine. Non funziona così.

Per il corpo è fondamentale variare gli alimenti e quindi dare i diversi macronutrienti da diverse fonti di cibo.
Questo vale soprattutto per le proteine (nello specifico per gli aminoacidi).
Le proteine sono formate da aminoacidi,  nello specifico da aminoacidi essenziali (12).
Questi sono i responsabili della sintesi proteica.

In poche parole, senza tutti e 12 gli aminoacidi essenziali, le proteine non vengono assorbite dal corpo.
Quindi potrai mangiare tutte le proteine che vuoi ma se non ti assicuri di mangiare tutti e 12 gli aminoacidi essenziali, è come se non le avessi mai mangiate.

Il solo ingrediente che contiene tutti gli aminoacidi essenziali è l’uovo.
Quindi è fondamentale variare i cibi e quindi le fonti proteiche.
E’ un pò come un puzzle.
Ogni cibo ti dà il suo pezzo di macronutrienti e quindi servono tutti.
Secondo poi, mangiare sempre gli stessi cibi rischia di intossicarci e renderci intolleranti agli altri.
Se mangi sempre e solo pasta integrale, quando mangerai della pasta di farina bianca il tuo stomaco ti darà dei fastidi.
Per questo i piani alimentari del mio team di biologi nutrizionisti sono molto vari.
Ad esempio, se i carboidrati sono 80 grammi,  puoi scegliere tra riso, l’orzo, l’amaranto, il bulgur o la quinoa, insomma chi più ne ha più ne metta.

Proprio perché così ti aiuta a non cadere nella monotonia perché già la dieta è impegnativa a livello nervoso, in più se mangi sempre gli stessi cibi diventa un incubo.

Pancia piatta: come raggiungerla

Si può avere una pancia piatta per sempre ed è il frutto di molteplici elementi come l’allenamento, l’alimentazione (che incide per il 70%) e rimedi naturali che possono potenziare l’azione di questi due. Approfondisco di più nella mia rubrica che trovi qui